33 invenzioni svizzere che ti stupiranno

Questo articolo parla delle incredibili invenzioni svizzere. È qui che incontrerai lo spirito inventivo della nazione. Qui l'innovazione è una tradizione. La Svizzera è il campione mondiale di brevetti, il che la rende il paese più inventivo del mondo. Lasciati sorprendere.

Con 968 domande di brevetto per milione di abitanti, la Svizzera è in testa alla classifica mondiale. Questo dato la pone ben davanti alla Svezia (488) e alla Danimarca (454) al primo posto. Gli Stati Uniti sono al 15° posto con 140 domande di brevetto, dopo il Giappone (172) e la Francia (161).

La tecnologia medica è attualmente considerata ad alta intensità di ricerca. Nel secondo anno della recente pandemia, le richieste sono aumentate di un terzo, soprattutto per i dispositivi di inalazione e per numerosi altri dispositivi medici. L'Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) definisce attualmente la tecnologia medica il "campo tecnologico più importante"

L'innovazione crea prosperità e rende la Svizzera ciò che è oggi. Dietro ogni idea brillante c'è sempre una persona. Nella seguente selezione di scoperte svizzere, incontrerai le incredibili conquiste di menti brillanti. Per prima cosa incontrerai quattro invenzioni svizzere epocali.

E = mc²

La formula più famosa di tutti i tempi. Il suo creatore è Albert Einstein (1879-1955), "Papa della Fisica", cittadino svizzero e genio. Senza dubbio conosci il famoso fondatore della teoria della relatività. Ciò che pensa e scrive costituisce ancora oggi la base della fisica moderna

Ma anche i geni sono solo umani: Einstein fu respinto al primo tentativo al Politecnico di Zurigo a causa della sua scarsa conoscenza del francese. Ma poi si è laureato con successo come insegnante di matematica e fisica. Durante il periodo trascorso come esaminatore presso l'ufficio brevetti di Berna, iniziò a occuparsi di questioni fondamentali della fisica.

nel 1905 pubblicò cinque opere significative in Svizzera, rivoluzionando le scienze naturali. nel 1907 mise per la prima volta per iscritto la sua teoria della relatività. La formula ingegnosa: Nasce E = mc². L'energia (E) è uguale alla massa (m) per la velocità della luce (c) alla potenza di due (2)

Tra le altre cose, ci mostra come lo spazio e il tempo siano collegati.

Il fenomeno Einstein continuò a sviluppare la sua grandiosa opera di pensiero. nel 1921, lo scienziato ricevette il Premio Nobel per la Fisica. A proposito, sapevi che ha usato i soldi del premio per pagare il suo divorzio? Il suo nuovo modo di vedere le cose ha cambiato il mondo in modo permanente e ha stabilito la sua reputazione come icona moderna del XX secolo.

La famosa formula E=mc²...La famosa formula E=mc²...
... viene dal famoso fisico Albert Einstein.... viene dal famoso fisico Albert Einstein.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti ora per ricevere consigli di viaggio, idee per l'ispirazione e le ultime guide di viaggio direttamente nella tua casella di posta.

Iscrivendosi, si accetta di ricevere email promozionali. Puoi cancellarti in qualsiasi momento".

World Wide Web

Utili il fuoco, l'agricoltura, la ruota, il cronometraggio, la scrittura, l'elettricità, il motore e il computer Ci riferiamo con riverenza a tutte queste invenzioni come "invenzioni epocali" o "pietre miliari della storia umana". Anche Internet, il "World Wide Web", appartiene sicuramente a questa categoria

Le tre lettere WWW stanno per un mondo completamente nuovo. Mentre leggi questo articolo, ci sei dentro proprio ora. Internet come lo conosciamo oggi è nato in Svizzera, al CERN di Ginevra. Questo istituto di ricerca svizzero è uno dei centri più importanti al mondo per la ricerca di base in fisica

Alle soglie del nuovo millennio, l'umanità è entrata in una nuova era. Il 13 novembre 1990, il CERN ha lanciato il primo sito web sul proprio server: info.cern.ch. nel 1994, per la prima volta, sono transitati più dati sul WWW che su "Telnet". Poco dopo, "FTP" ha perso il suo status di servizio Internet più utilizzato a favore del World Wide Web.

nel 2021, 1,88 miliardi di siti web erano online sotto la dicitura "www". Tim Berners-Lee e Robert Cailliau, entrambi al CERN, sono emersi come i padri spirituali e quindi gli inventori delle nostre amate tre lettere nel 1989

Noi di Swiss Activities vorremmo dire: Grazie ragazzi!

Internet ha le sue origini...Internet ha le sue origini...
... al CERN di Ginevra.... al CERN di Ginevra.

DNA

Friedrich Miescher (1844-1895) di Basilea è considerato lo scopritore dell'acido desossiribonucleico (DNA). Immagina questo coraggioso biochimico nel suo laboratorio, allora freddo come il ghiaccio. Il giovane ricercatore non era nemmeno infastidito dall'odore forte delle medicazioni al pus di seconda mano che riceveva dall'ospedale per il suo lavoro. nel 1869 isolò per la prima volta la molecola della vita, creando così le basi dell'odierna genetica.

Originariamente voleva decodificare le proteine dei globuli bianchi. Per puro caso, scoprì una sostanza con proprietà chimiche diverse. Poiché si verifica solo nel nucleo della cellula, lo chiamò nucleus (nucleus significa nucleo in latino). La scoperta della molecola ereditaria è stata uno dei più grandi eventi della biologia.

Ma non sapeva che stava guardando al microscopio la sostanza ereditaria: il DNA. Quel groviglio nel nucleo della cellula che invia segnali genetici. I suoi successori impiegarono altri 75 anni per farlo

Ma ora sai quale svizzero ha scoperto la sostanza che codifica le nostre informazioni genetiche e quindi la vita.

Il DNA è stato...Il DNA è stato...
... scoperto in Svizzera.... scoperto in Svizzera.

ICRC (Comitato Internazionale della Croce Rossa)

Nel 1859, l'uomo d'affari e umanista ginevrino Henry Dunant (1828-1910) fu testimone di una battaglia nei pressi della città italiana di Solferino. seimila soldati persero la vita lì, 40.000 furono feriti. La miseria era enorme e colpì il devoto Dunant dritto al cuore

La frase più importante ha fatto il giro del mondo: "Siamo tutti fratelli"

Gli abitanti della vicina città di Castiglione si occuparono al meglio delle loro possibilità delle vittime della battaglia. Dunant ha contribuito attivamente in prima linea. Senza badare alla persona, sia essa amica o nemica. Una nuova idea che ha cambiato il volto del mondo

Un anno dopo, nella sua Svizzera, scrisse il suo libro sugli orrori della guerra. La sua richiesta di società di assistenza multinazionali era inequivocabile. nel 1863, Dunant presentò le sue idee alla "Gemeinnützige Gesellschaft" di Ginevra. Fu così che nacque il "Comitato Internazionale della Croce Rossa", l'attuale ICRC.

nel 1901, insieme al pacifista francese Frédéric Passy, ricevette il primo Premio Nobel per la Pace. L'inventore della Croce Rossa non toccò il premio in denaro di circa 100.000 franchi svizzeri per tutta la sua vita. Invece, li ha lasciati in eredità in beneficenza.

Henri Dunant, l'inventore del CICR...Henri Dunant, l'inventore del CICR...
... era uno svizzero.... era uno svizzero.

Heidi

Una bambina delle montagne svizzere ha conquistato il mondo e milioni di cuori di bambini con la sua gentilezza. Probabilmente conosci Heidi come ambasciatrice del nostro paese. Questo bestseller mondiale ha adornato gli scaffali di intere generazioni da allora.

Tradotta in oltre 50 lingue e ripresa più volte, Heidi incarna questi valori senza tempo. Si tratta di gioia di vivere, libertà, amicizia e amore. Heidi è stata inventata dall'autrice svizzera di libri per giovani e bambini, Johanna Spyri (1827-1901).

L'amore per la casa gioca un ruolo fondamentale in Heidi. L'autrice ha creato la famosa "Dörfli" come città natale della sua eroina. Nel comune di Maienfeld, vicino a Bad Ragaz, nel cantone dei Grigioni, puoi visitare il villaggio di Heidi in carne e ossa

È qui che Spyri ha avuto l'ispirazione per scrivere la sua storia, in un'epoca in cui alle donne non era permesso fare altro che avere figli. La scrittrice di successo internazionale Johanna Spyri è quindi anche sinonimo di una nuova era di risveglio. Heidi è sicuramente una setta.

(Foto: Schweiz Tourismus Gaudenz Danuser)(Foto: Schweiz Tourismus Gaudenz Danuser)
(Foto: Schweiz Tourismus Gaudenz Danuser)(Foto: Schweiz Tourismus Gaudenz Danuser)

Cioccolato svizzero

Le montagne, Heidi e anche "Schoggi" sono indissolubilmente legati all'immagine della Svizzera. Questo nonostante il fatto che i semi di cacao non crescano nel paese alpino. Nel XIX secolo, menti innovative e inventive hanno reso il cioccolato svizzero quello che è oggi: l'epitome della dolce eccellenza.

In tutta la Svizzera, i pionieri del cioccolato hanno fondato le loro melodiose aziende: Favarger a Ginevra nel 1826, Kohler a Losanna nel 1830 (padre del cioccolato alla nocciola), Sprüngli a Zurigo nel 1845, Maestrani a Lucerna/San Gallo nel 1852, Munz a Flawil nel 1874 e Jean Tobler a Berna nel 1899, per citarne alcuni

I quattro seguenti, tuttavia, meritano di essere menzionati in modo più dettagliato:

François-Louis Cailler (1796-1852), padre della tavoletta di cioccolato, aprì la prima fabbrica di cioccolato meccanizzata vicino a Vevey nel 1819 con il più antico marchio di cioccolato svizzero ancora esistente. Il genero Daniel Peter (1836-1919) lo seguì come inventore del cioccolato al latte, aggiungendo il latte condensato al cacao nel 1875. Philippe Suchard (1797-1884) inventò il "mélangeur" vicino a Neuchâtel per mescolare zucchero e cacao in polvere. Ancora oggi è un must in ogni produzione di cioccolato svizzero.

Theodor Tobler (1876-1941) seguì il padre Jean e lanciò il marchio svizzero Toblerone nel 1908. nel 1970, il Cervino è stato inserito nella confezione. Il triangolo dolce è una miscela di torrone (albume d'uovo, noci, miele, zucchero) e torrone di cioccolato. Come mecenate con una coscienza sociale e pacifista dichiarato, che sosteneva anche il suffragio femminile e il congedo di maternità, l'inventore del Toblerone era in anticipo sui tempi.

Ragusa e Lindt sono solo due...Ragusa e Lindt sono solo due...
... di molti marchi di cioccolato svizzeri.... di molti marchi di cioccolato svizzeri.

Da Swatch a Longines Feuille d'Or

L'orologio svizzero fa parte della Svizzera tanto quanto Heidi e le montagne. Come per il cioccolato, alcuni pionieri innovativi hanno reso l'orologio svizzero il numero uno al mondo. In questo articolo scoprirai due importanti pionieri.

Sei uno di quelli che si sono potuti permettere un orologio per la prima volta con i propri soldi all'inizio degli anni '80? Nicolas Hayek (1928-2010), fondatore di Swatch Group, lo rese possibile nel 1983 e salvò dall'estinzione l'industria orologiera svizzera, che all'epoca soffriva per le importazioni a basso costo. Il rivoluzionario orologio di plastica è composto da due terzi di parti in meno ed è prodotto da robot

Il nuovo orologio per tutti è originale e colorato. Un buon marketing ha reso lo "Swatch" un accessorio di moda e un oggetto di culto da collezione in tutto il mondo. In nome dell'innovazione, Hayek fece uscire dall'oscurità il concetto di orologio di due giovani ingegneri svizzeri che erano stati oggetto di ostilità. È a Elmar Mock (1954) e al suo co-inventore Jacques Müller che dobbiamo questo ticchettio della Svizzera.

Prima di ciò, la nazione orologiera svizzera ha inviato un messaggio memorabile alla temuta concorrenza giapponese. Dopo un gigantesco sforzo di sviluppo, Longines ha lanciato l'orologio al quarzo più sottile al mondo nel 1979 con la Feuille d'Or. Con un'altezza della cassa di 1,98 mm, l'elegante orologio ha scalzato definitivamente il precedente record mondiale giapponese. Come spesso accade, l'innovazione ha fatto la differenza.

La Svizzera ha una lunga storia nell'orologeria.La Svizzera ha una lunga storia nell'orologeria.
(Foto: Svizzera Turismo)(Foto: Svizzera Turismo)

Dal morsetto dell'arteria all'articolazione artificiale dell'anca

Alla fine del XIX secolo, il chirurgo svizzero Theodor Kocher (1841-1917) sviluppò a Berna la pinza arteriosa. Ancora oggi, la "pinza di Kocher" impedisce il dissanguamento sul tavolo operatorio

Il suo enorme talento inventivo sviluppò una serie di altri strumenti chirurgici, interventi e terapie. Kocher è considerato un pioniere della chirurgia della testa e ha ricevuto il Premio Nobel per la Medicina nel 1909.

Il ruolo pionieristico della Svizzera nella tecnologia medica è evidente anche nel caso del chirurgo ortopedico bernese Maurice Edmond Müller (1918-2009). Come imprenditore e pioniere dell'osteosintesi, ha inventato e commercializzato l'articolazione artificiale dell'anca. In seguito lo conoscerai anche come "giunto Sulzer".

I profitti sono stati destinati alla ricerca. Il Prof. Müller aveva almeno dodici dottorati e dottorati honoris causa, ma a volte usava anche il termine "idraulico delle ossa" per descriversi. Per tutta la vita, il filantropo svizzero si è visto come un "servitore dell'umanità".

Il coltellino svizzero

L'espressione alata dal francese "un vero coltellino svizzero" descrive una persona versatile e affidabile. Questo vale anche per il nostro simbolo nazionale. In questo strumento di culto, troverai molto di ciò che rende il nostro paese famoso.

nel 1884, il coltellinaio svizzero Karl Elsener fondò quella che sarebbe poi diventata Victorinox nel cantone di Svitto e creò posti di lavoro molto necessari. nel 1897, l'innovativo imprenditore inventò il coltello da tasca così come lo conosciamo. Con questa canzone ha ottenuto un successo mondiale che ancora oggi è sinonimo di qualità e spirito inventivo svizzero.

Elsener ha incarnato quelle virtù che si ritrovano nel suo "coltello tascabile". Quei valori che costituiscono anche la sua azienda di successo. Victorinox è considerata solida, coerente e innovativa. Proprio come la Svizzera.

Il famoso coltellino svizzero...Il famoso coltellino svizzero...
... proviene dall'azienda svizzera Victorinox.... proviene dall'azienda svizzera Victorinox.

Pietra dell'Immortalità di Paracelso

Se sei interessato alla naturopatia, allora Theophrastus Bombastus von Hohenheim, o Paracelso (1493-1541), è l'uomo giusto per te. All'età di 16 anni studiò medicina e si guadagnò da vivere come medico itinerante. Il naturalista svizzero riconobbe presto l'effetto anestetico dell'oppio.

Scioglieva la droga nell'alcol e somministrava la tintura ai suoi pazienti e persino ai neonati. Con il nome di "laudano" divenne l'aspirina del XV secolo e si diffuse in tutta Europa come panacea. Ecco perché a volte viene chiamata pietra dell'immortalità.

Paracelso si concentrò su nuovi metodi di guarigione. Basava la sua terapia in modo olistico sulla natura della malattia e rompeva con l'ostinato trattamento da manuale. Forse è per questo che lo si conosce come il capostipite dell'attuale naturopatia.

LSD

Nella sua ricerca di uno stimolante circolatorio, il chimico svizzero Albert Hofmann (1906-2008) studiò un fungo dei cereali. I suoi esperimenti produssero la dietilamide dell'acido lisergico (LSD) nel 1938. Tuttavia, l'inventore non ne riconobbe subito l'effetto.

Se ne rese conto solo nel 1943, quando osò condurre un autoesperimento nel laboratorio di Basilea. Nell'autobiografia di Hofmann si legge che poi tornò beatamente a casa in bicicletta

Quindi è stato il primo viaggio con l'LSD della storia.

Da quel momento un'intera epoca cadde sotto l'incantesimo psichedelico. Il movimento Flower Power, i Beatles con la loro hit mondiale Lucy in the Sky With Diamonds... L'allucinogeno era onnipresente. Nonostante la messa al bando dell'LSD a partire dagli anni '60, l'inventore continuò a consumare la sua sostanza fino alla vecchiaia.

Latte in polvere

Le donne ricche non volevano e le donne della classe operaia non potevano allattare. In alcune parti d'Europa nel XIX secolo, i bambini allattati al seno erano solo il 15%. Si cercava invano un alimento adatto ai bambini, le scarse condizioni igieniche e l'avvelenamento da piombo causato dal cibo in scatola erano molto diffusi. La mortalità infantile era pari a uno spaventoso 25%

Era quindi naturale che Henri Nestlé (1814-1890) promuovesse il suo latte in polvere come "sostituto del latte materno" "Il mio latte in polvere per bambini contiene soprattutto il miglior latte, zucchero e pane", affermava Nestlé nella campagna pubblicitaria della sua nuova invenzione.

L'imprenditore purosangue ha utilizzato consapevolmente i risultati di precedenti ricerche sul latte materno. nel 1867 sviluppò il suo latte in polvere fino a raggiungere la maturità del prodotto. Il 9 aprile 1872 ne brevettò la produzione. Il "cereale per bambini" divenne un successo per le esportazioni.

Conosciamo Nestlé come una delle migliori aziende alimentari internazionali. Fin dall'inizio, l'avvento del latte in polvere ha contribuito a ridurre la mortalità infantile. Anche oggi, in occasione di carestie e guerre, ci si imbatte in questo elisir di lunga vita proveniente dalla Svizzera.

Sapevi che il latte in polvere...Sapevi che il latte in polvere...
... è stata immessa sul mercato per la prima volta nel 1872?... è stata immessa sul mercato per la prima volta nel 1872?

Da Nescafé a Nespresso

Crollo del mercato azionario nel 1929: il Brasile si ritrova con montagne di chicchi di caffè invenduti. L'azienda svizzera Nestlé dovrebbe aiutarci. Ma un granulato solubile in acqua non è ancora stato inventato

Il compito fu affidato al chimico Max Morgenthaler (1901-1980), che condusse le ricerche persino nella sua cucina privata. nel 1938 ebbe un'idea geniale: i carboidrati conferivano al brodo l'autentico sapore di caffè. Ora sai da dove viene il tuo Nescafé.

Devi ringraziare un viaggiatore attento in Italia per aver creato Nespresso. L'ingegnere aerodinamico Éric Favre osservò un barista accorto e capì: "I profumi e gli aromi diventano più intensi quando entrano in contatto con l'ossigeno".

Dopo anni, i suoi esperimenti diedero i loro frutti. Negli anni '80, ad esempio, Favre ha inventato la capsula di caffè chiusa. Con Nespresso, Nestlé ha ottenuto un successo globale in Svizzera

"Che altro?"

Chissà se George Clooney lo sa...Chissà se George Clooney lo sa...
... che le capsule Nespresso sono originarie della Svizzera?... che le capsule Nespresso sono originarie della Svizzera?

Ovomaltina

Forse conosci l'Ovomaltina come bevanda tradizionale svizzera. In oltre 100 paesi, l'etichetta arancione brillante di Ovo è sinonimo di energia e salute. Il latte aggiunto completa l'alimentazione sana.

La storia dell'Ovomaltina inizia nel 1865 a Berna. La malnutrizione e la denutrizione erano devastanti all'epoca. Il farmacista svizzero Dr. Georg Wander (1841-1897) era alla ricerca di una soluzione. Si è imbattuto nel tradizionale prodotto naturale del malto con i suoi ingredienti curativi e vitali

Wander sviluppò un prodotto ricostituente a cui molti bambini e persone malate dovettero in seguito la vita. Suo figlio perfezionò e arricchì il potere nutritivo del padre. Il risultato è stato l'Ovomaltina di oggi. In origine medicina per i deboli, oggi centrale elettrica mobile per gli atleti.

Non può mancare in tutte le case svizzere.Non può mancare in tutte le case svizzere.
Il leggendario Ovomaltine (Foto: Svizzera Turismo Escursionismo)Il leggendario Ovomaltine (Foto: Svizzera Turismo Escursionismo)

Dal formaggio fuso alla fonduta pronta per l'uso

Apprezzi il fast food? Allora lo sai anche tu: niente Gerber, niente cheeseburger. Il produttore svizzero di formaggi Walter Gerber (1879-1942) inventò il formaggio fuso nel 1913 dopo anni di ricerche

Poiché il suo formaggio diventava immangiabile se esportato nei paesi caldi, l'innovativo imprenditore si mise al lavoro nel 1905. Il suo obiettivo: conservare il formaggio senza refrigerazione. Il risultato rivoluzionario: fette di formaggio prefabbricate con un basso punto di fusione, proprio come piace a te. Una rivoluzione culinaria.

nel 1960, l'azienda Gerber ha fatto un monumento a se stessa con la prima fonduta pronta per l'uso. Da quel momento in poi, anche la tua fonduta è diventata "quasi". Gerber appartiene alla Svizzera come il cheeseburger appartiene al fast food.

Da Aromat a Maggi

Probabilmente hai già visto l'omino rosso sul barattolo giallo dell'aroma

Anche i migliori chef usano questa spezia tuttofare. Nel 1945, lo svizzero Walter Obrist inventò questa spezia miracolosa per Knorr, vicino a Sciaffusa. Solo poco tempo dopo, Aromat era conosciuto dalla maggior parte delle persone. Tutto era automatizzato, compreso il condimento. Oggi il barattolo giallo delle spezie è presente in ogni casa svizzera.

Le crisi spesso portano opportunità. Lo stesso accadde al mugnaio svizzero Julius Maggi (1846-1912), che rimase coinvolto nella crisi molitoria dell'epoca in tutta Europa. Per necessità, nel 1886 inventa il suo famosissimo estratto di brodo e diventa un imprenditore di successo

Ha sempre sognato di rendere possibile un'alimentazione sana per tutti. Questo sogno continua a vivere.

Conosciuto in tutto il mondo e inventato in SvizzeraConosciuto in tutto il mondo e inventato in Svizzera
Aromat e Maggi fanno parte di ogni cucinaAromat e Maggi fanno parte di ogni cucina

Ricola

"Chi l'ha inventato?"

Probabilmente conosci questo slogan pubblicitario. È stato il maestro panettiere svizzero Emil Richterich (1901-1973) a inventarlo. Ha inventato la famosissima caramella alle erbe Ricola, inconfondibile per la sua forma quadrata. L'incarnazione assoluta della Swissness.

Essendo un amante della natura, fu sopraffatto dalla diversità delle erbe svizzere: "Dovresti ricavarne qualcosa di intelligente", pensò. nel 1930 fondò Richterich & Co, una fabbrica di dolciumi vicino a Basilea. Lì lo si poteva trovare spesso nella sua "cucina delle streghe" a sperimentare varie ricette a base di erbe.

nel 1940 fu inventata la miscela di 13 erbe. "Fu la nascita dell'originale Ricola, lo zucchero alle erbe svizzero", afferma l'azienda stessa. Oggi Ricola esporta i suoi salutari bocconcini in tutto il mondo. E con essa, un piccolo pezzo di Svizzera.

La Ricola fa miracoli per la gola irritata.La Ricola fa miracoli per la gola irritata.
Giardino Ricola (Foto: Svizzera Turismo)Giardino Ricola (Foto: Svizzera Turismo)

Birchermüesli

Il dottor Maximilian Oskar Bircher Benner (1867-1939), un nome nobile per l'inventore svizzero di questa colazione. Ricco di vitamine e di tutto ciò che serve per iniziare bene la giornata.

Durante un'escursione in montagna nel 1900, una casara gli servì ignara il suo piatto quotidiano simile al müsli. Entusiasta, il nutrizionista ha creato la sua ricetta. Voleva un piatto ricco di cibo crudo per scopi terapeutici. Il risultato è diventato l'epitome di un'alimentazione sana.

Poiché non esisteva un trattamento adeguato, il medico prescrisse a un paziente la sua nuova "dieta della mela". Con il successo spettacolare della terapia, questo alimento è stato accettato anche nella vita quotidiana. Non da ultimo per i suoi buoni effetti contro la nota malattia dei marinai, lo scorbuto.

Ben presto fu affettuosamente ribattezzato con il nome del suo inventore: "Birchermüesli". Un classico svizzero.

Doodle

Vuoi uscire a cena con gli amici e ti organizzi. È un'impresa estenuante mettere d'accordo tutti. Hai bisogno di aiuto e trovi Doodle.

Basta scaricare l'app Swiss appointment planner e lo stress organizzativo è finito

Il merito è dell'informatico svizzero Myke Näf, che ha sviluppato il programma nel 2003 e ha fondato l'attuale Doodle AG insieme a Paul Seviç nel 2007. È nata e cresciuta rapidamente una start-up di punta in Svizzera

Sul web si legge attualmente: 30 milioni di utenti al mese, 78.000 appuntamenti al giorno e attualmente 70.000 aziende scarabocchiano.

Motori Maxon Martian

L'atterraggio di un elicottero o il volo di un drone non sono più una sensazione. Ma quando il drone a energia solare sorvola Marte e non trova quasi nessuna atmosfera, lo fa. Leggi e stupisciti.

nel 2021 si è svolto il pionieristico volo della NASA dell'"Ingenuity" sul Pianeta Rosso. Il nobile drone, che pesa 1800 grammi, è alimentato da 6 motori elettrici svizzeri delle dimensioni di un'unghia di pollice. Questi piccoli oggetti futuristici provengono dall'azienda Maxon di Obvaldo.

Questa azienda high-tech ha già fatto la storia nel 1997 con il rover marziano "Sojourner", anch'esso mosso da motori di precisione Maxon. Dal 1961 Maxon produceva i motori più piccoli e altamente efficienti. La pietra miliare arrivò nel 1970 con il brevetto di un motore a corrente continua senza nucleo in ferro

Una rivoluzione che porta alle stelle.

La Svizzera è anche impegnata nell'esplorazione di Marte.La Svizzera è anche impegnata nell'esplorazione di Marte.
(Foto: Unsplash)(Foto: Unsplash)

Immagazzinare energia pulita

Cosa fare quando il sole o il vento smettono di soffiare con le energie rinnovabili? Prendi le dovute precauzioni e conserva l'elettricità pulita. Senza batterie o accumulatori.

Gli svizzeri stanno attualmente introducendo sul mercato un metodo di stoccaggio ecologico. In una torre alta, le gru sollevano blocchi compositi che pesano diverse tonnellate. Il tutto è alimentato da energia rinnovabile e da un software di controllo intelligente. Quando è necessario, produci elettricità abbassando i blocchi.

Hai una potenza costante al carico di base senza perdite. Questa alternativa sostenibile utilizza le basi delle centrali elettriche ad accumulo con pompaggio. Ma nello spazio più piccolo, pulito, economico e ovunque.

La start-up "Energy Vault" sta lanciando questa rivoluzione dello stoccaggio. Recentemente, il World Economic Forum ha nominato l'azienda ticinese "pioniere della tecnologia". Un prototipo verrà già inviato in India dopo i test.

Solar Impulse II (Si2)

Suo nonno ha volato nella stratosfera, suo padre si è immerso nelle profondità dell'oceano e suo figlio Bertrand ha fatto il giro del mondo con un aereo solare. Sicuramente conosci la dinastia di avventurieri Piccard.

Lo svizzero Bertrand Piccard (1958) voleva introdurre nel mondo il volo ecologico. Ci è riuscito nel 2015/16 con il suo volo intorno al mondo con l'aereo solare Si2. Alimentato da 17.428 celle solari, quattro motori a batteria a 100 km/h hanno portato l'aereo a 8500 metri. Il tour mondiale del laboratorio high-tech volante è stato un successo a tappe

Ha volato per diversi giorni senza interruzioni. Anche l'ingegnere e pilota di caccia svizzero André Borschberg (1952) ha avuto un ruolo importante. Da Si2, il volo pulito non è più fantascienza

È possibile. Piccard lo ha dimostrato.

Macchina da caffè

Premi il pulsante mentre sei ancora assonnato e il caffè appena macinato riempie la tua tazza. Il tuo eroe è Arthur Schmed, un ingegnere di Zurigo. Già negli anni '70 parlava di macchine da caffè completamente automatiche

nel 1985, il produttore svizzero di elettrodomestici "Solis" ha lanciato la macchina da caffè completamente automatica. Il patron di Solis Willy Nauer (1941) fu autorizzato a vendere le prime macchine miracolose. Negli anni precedenti aveva finanziato lo sviluppo di Schmed

La macchina è stata prodotta dall'azienda "Saeco". L'ingegnere Schmed e l'ingegnere Sergio Zappella avevano già lavorato insieme all'idea di Schmed. nel 1981 fondano Saeco, suggellando così il suo inizio in un garage di Zurigo.

Oggi, milioni di intenditori di caffè in tutto il mondo ringraziano questa grande invenzione svizzera.

Pista di bob

Il britannico Wilson Smith, in velocità, ha frenato la sua slitta fatta in casa con un rastrello da giardino sulla strada cantonale di St. Fu inventato il precursore dello scheletro. In seguito, lo svizzero Christian Mathis (1861-1925) sviluppò l'antenato dell'attuale bob, che è molto più veloce dello skeleton. Tuttavia, questo richiedeva una pista adatta.

L'ingegnoso albergatore Caspar Badrutt (1848-1904) costruì una pista di ghiaccio per questo scopo. nel 1904, la prima pista di bob al mondo conduceva da St. Moritz a Celerina. Già nel 1928, questa pista di ghiaccio naturale è stata sede dei Giochi Olimpici

L'opera di Badrutt è la più antica pista di bob al mondo ancora in uso. Porta il venerabile nome di "Olympia Bob Run St. Moritz - Celerina" (OBR). Nel frattempo, l'unica pista di sport su ghiaccio della Svizzera.

Il primo canale di ghiaccio fu costruito in Engadina (Foto: Svizzera Turismo)Il primo canale di ghiaccio fu costruito in Engadina (Foto: Svizzera Turismo)
nel 1982 è stata sede dei Giochi Olimpici.nel 1982 è stata sede dei Giochi Olimpici.

Impianto di risalita

Ti piace sciare? Allora questa è la tua storia

Il Natale del 1934 segnò l'alba di una nuova era per gli appassionati di sci. Il primo impianto di risalita al mondo è stato inaugurato nella stazione invernale svizzera di Davos. La sua barra a J trasportava un ospite alla volta

Non si suda più, i 270 metri di salita sono stati facili da gestire. Il biglietto giornaliero costava 50 centesimi ed era molto popolare. È stata inventata da Ernst Gustav Constam (1888-1965) di Zurigo. L'ingegnoso ingegnere brevettò il suo skilift nel 1930

Nella seconda stagione sciistica la velocità è raddoppiata. Grazie alla barra a T, il sollevatore per un uomo è diventato un sollevatore per due persone. Davos ha conosciuto una rapida ascesa ed è stata considerata un pioniere degli sport invernali.

Lo skilift: che invenzione pratica (Foto: Svizzera Turismo)Lo skilift: che invenzione pratica (Foto: Svizzera Turismo)
Ci ha permesso di sciare dal 1934Ci ha permesso di sciare dal 1934

Velogemel

Il falegname Christian Brühlmann (1872-1953) contrasse la poliomielite in giovane età. Nonostante il suo problema di deambulazione, in estate faceva buoni progressi in bicicletta, ma in inverno era difficile. Quindi pensi: sarebbe bello se la bicicletta fosse adatta anche alla neve.

Così, nel 1911, il creativo di Grindelwald armeggiò con la sua prima bicicletta da neve. Il risultato è stato un telaio di legno maneggevole che si guida da seduti come una bicicletta, ma con delle guide al posto delle ruote. Gli abitanti del villaggio la battezzarono "Velogemel" (slitta da bicicletta) nel loro dialetto. Nello stesso anno, Brühlmann brevettò il suo prodotto unico di Grindelwald.

L'attività di Brühlmann non riusciva a tenere il passo con la forte domanda. Medici, postini, scolari e molti altri sono stati colpiti dalla febbre di Velogemel. Ancora oggi, la skid-bike di Grindelwald gode di una crescente popolarità

Lasciati contagiare dagli straordinari corridori che partecipano all'annuale Campionato del Mondo Velogemel a Grindelwald.

Il Velogemel è un'invenzione di Grindelwald (Foto: Regione Jungfrau Grindelwald)Il Velogemel è un'invenzione di Grindelwald (Foto: Regione Jungfrau Grindelwald)
(Foto: Regione Jungfrau Grindelwald)(Foto: Regione Jungfrau Grindelwald)

Chiusura a zip

Martin Winterhalter (1889-1961) era un bambino indisciplinato e allo stesso tempo incredibilmente inventivo. In seguito, la mancanza di denaro lo mise sotto pressione per inventare. Questa è stata la fortuna di tutti noi.

nel 1925, il genio lanciò la moderna zip fatta di nervature e scanalature con il marchio "Riri". Un nuovo sviluppo del precedente principio delle sfere e delle ganasce. Il nuovo sistema di fissaggio poteva essere prodotto in serie, ebbe un enorme successo e rese Winterhalter ricco.

Nel corso degli anni, la concorrenza internazionale a basso costo ha fatto irruzione nel settore. Oggi Riri produce cerniere preziose per marchi famosi presso la sua sede in Ticino. Diseredato dai suoi fratelli, Winterhalter trascorse i suoi ultimi 10 anni senza un soldo in un istituto psichiatrico

Una triste fine per una storia gloriosa.

Wie praktisch ist er doch, der Reissverschluss.Wie praktisch ist er doch, der Reissverschluss.
Wusstest du, dass auch er eine Schweizer Erfindung ist?Wusstest du, dass auch er eine Schweizer Erfindung ist?

Chiusura in velcro

I bambini conoscono il velcro perché allacciare le scarpe da ginnastica è un ricordo del passato. Dalla moda alla NASA, queste ingegnose chiusure sono utilizzate ovunque. Durante la missione spaziale Apollo del 1969, gli astronauti usarono il velcro per combattere l'assenza di peso.

L'ingegnere svizzero Georges de Mestral (1907-1990) inventò il Velcro negli anni '40. L'occasione era una battuta di caccia. Innumerevoli palline di minuscole barbe si sono attaccate al pelo del suo cane "Milka". Erano i frutti della bardana che cresce in natura

Applicò questo principio naturale alla sua invenzione. Il marchio VELCRO® è diventato il volto di questo innovativo sistema di chiusura. All'epoca, Mestral la promuoveva come una "cerniera senza cerniera"

Oggi il velcro si attacca alla tua vita quotidiana come una patella.

Asfalto

Come è arrivato l'asfalto sulla strada? Un medico, inventore e avventuriero del Vallese pose la prima pietra. Scopri la storia di Ernest Guglielminetti (1862-1943), alias "Dr. Tar".

nel 1902, il Principe Alberto I di Monaco si rivolse agli svizzeri. Ha detto che tutta la polvere delle nuove strade di ghiaia necessita di una soluzione. Il dottore ricordava i pavimenti degli ospedali militari intonacati di catrame del periodo trascorso a Sumatra.

Pensò che sarebbe stato possibile fare lo stesso con le strade e nel marzo del 1902 riuscì ad asfaltare 40 metri di ghiaia. Presto Monaco fu libera dalla polvere. L'idea brillante è ancora valida oggi, anche se con il bitume. Tuttavia, Guglielminetti non brevettò nessuna delle sue invenzioni nel corso della sua vita.

La prima pietra per l'invenzione dell'alphalt...La prima pietra per l'invenzione dell'alphalt...
... ...ha fatto cadere, che ci crediate o no, un medico.... ...ha fatto cadere, che ci crediate o no, un medico.

Cellophane

Come molte altre invenzioni, usiamo la pellicola trasparente senza pensarci troppo. Tuttavia, l'ingegnere tessile svizzero Jacques E. Brandenberger (1872-1954) ha impiegato 12 anni di ricerche per ottenere il cellophane.

La sua perseveranza ha dato i suoi frutti. nel 1908, portò la sua invenzione sul mercato e conquistò il mercato mondiale. Ha iniziato tutto con una sconfitta, fallendo nel tentativo di sviluppare tessuti idrorepellenti. Il tessuto è diventato inutilizzabile e il rivestimento in plastica spruzzato si è staccato di nuovo come una sottile pellicola.

Questa pelle di plastica ha dato a Brandenberger l'idea decisiva. Perfezionò il futuro cellophane e ne sviluppò la produzione meccanica. Oggi è difficile immaginare una cucina senza questo ausilio trasparente.

Il design svizzero: dall'Helvetica alla bottiglia SIGG

Il design svizzero è semplice e lineare. È sinonimo di linee chiare e qualità. Lo puoi vedere chiaramente nei numerosi prodotti di design svizzeri. Ecco due esempi.

nel 1957, il grafico e tipografo Max Miedinger (1910-1980) progettò a Basilea l'intramontabile carattere standard Helvetica. La sua eleganza funzionale lo rende un'icona del design svizzero. Oggi è uno dei caratteri tipografici più utilizzati del nostro tempo.

Ma ci sono invenzioni svizzere dal design ancora più elegante. Le celebrità mondiali, da Cameron Diaz a Roger Federer a Greta Thunberg, giurano per l'eterna bellezza della bottiglia firmata Sigg. Attualmente è un accessorio di tendenza ed ecologico. La bottiglia originale svizzera è stata persino esposta al Museo di Arte Moderna di New York (MoMA).

Chiave reversibile KABA

Fritz Schori (1890-1945), un meccanico di precisione di Bienne, rivoluzionò la tecnologia di chiusura nel 1934. Per il suo datore di lavoro di Zurigo, brevettò una chiave che poteva essere utilizzata su entrambi i lati. Per essere più precisi, la sua serratura: "Serratura di sicurezza con chiave piatta da infilare" era il nome memorabile del brevetto federale

La serratura a cilindro con chiave a barba Yale utilizzata fino a quel momento aveva fatto il suo tempo. Puoi inserire la nuova chiave reversibile nella serratura nel modo che preferisci e avere una maggiore sicurezza

L'ex "Schlosserei für Kassen- und Panzerschränke Bauer", popolarmente nota come "Kassabauer", divenne KABA o l'attuale "Dormakaba Group". È il fornitore leader a livello mondiale di soluzioni di accesso. Quindi porta sempre con te una straordinaria invenzione svizzera nel tuo portachiavi.

La bottiglia di Sigg è semplicemente perfetta per un'escursioneLa bottiglia di Sigg è semplicemente perfetta per un'escursione
Anche tu porti con te un pezzo di storia delle invenzioni svizzere nel tuo portachiavi?Anche tu porti con te un pezzo di storia delle invenzioni svizzere nel tuo portachiavi?

Anatra WC

Quello che gli americani hanno in Paperino, gli svizzeri lo hanno nella loro papera WC. Quest'anatra è nata nel 1980 a Dällikon, Zurigo. La sua missione: pulizia anche dove non si può arrivare.

nel 1951, la casalinga Maria Düring-Keller sviluppò un disincrostante per il bagno molto efficace nella sua cantina. Usciva in abiti domenicali per catturare i clienti. Con fascino e un cappello, ha dimostrato il miracolo della decalcificazione alla toilette del cliente.

Il suo "Durgol" divenne un bestseller e diede vita alla Düring AG. Il figlio Walter ha preso in mano la situazione e ha inventato la nostra anatra nel 1980: "Ho guardato i miei schizzi e all'improvviso mi è venuto in mente un collo d'anatra". Il contenuto di anatre proviene dalla moglie Vera, anch'essa farmacista

Un vero e proprio progetto di famiglia svizzero.

"Pulizia anche dove non si può arrivare""Pulizia anche dove non si può arrivare"
Questo è il motto dell'anatra WC.Questo è il motto dell'anatra WC.

È un ciclo ingegnoso. L'innovazione genera prosperità e istruzione; viceversa, la prosperità e l'istruzione promuovono l'innovazione. È il metodo svizzero

Spesso il nostro spirito inventivo produce grandi cose. Cose che hanno cambiato positivamente il nostro mondo e la tua vita fino ad oggi. Guardare queste invenzioni svizzere ci dà speranza per il futuro.

Scopri le attività per il tempo libero

Prenota ora